La sua lettera è arrivata tre anni dopo la sua morte

27 febbraio 2020

A 14 anni, Esther ha scritto questa lettera in movimento al suo futuro sé.

Esther Earl è nato il 3 aprile, 1994e Lei è una ragazza piena di vita, l'umorismo e grandi sogni. Ma poi arriva l'età di 13 suoi più grandi avversari nella loro vita: cancro alla tiroide. La diagnosi terribile, nel novembre 2006: Il tumore si è diffuso già nei polmoni della ragazza. Ma il giovane adolescente è combattimento!

Esther può essere dalla malattia terribile non prendere la loro forza. Indebolito dai numerosi trattamenti e la mancanza di ossigeno - - Anche quando è costretta a letto, prende contatto con altre persone su Internet e rende il mondo partecipano con video-diari del loro destino.

Anche se Esther, giorni bui anche quando lei non sa cosa fare e lei ha paura della morte. Ma la sua volontà e il suo umorismo è ininterrotta! Con la loro forza e la loro fiducia è famosa negli Stati Uniti, in un colpo solo, e anche serve come modello per un libro e il suo adattamento cinematografico ( "La colpa in Our Stars').

Il 25 agosto 2010, tuttavia, l'amante del divertimento Esther sta perdendo la lotta contro il cancro - con soli 16 anni!

Ma lei aveva preso precauzioni - un anno dopo la sua morte, ottenere i loro genitori Lori e Wayne un messaggio che Ester aveva scritto due anni prima della sua morte: Si tratta di una lettera dal passato al suo futuro sé, scritta sulla piattaforma 'FutureMe. Org, può essere applicato a ogni messaggio di scrivere sé futuro'. La mail è stata indirizzata ai suoi genitori. Che cosa si arriva a leggere è una lettera onesta sulla situazione della loro figlia in questo momento, ma anche la speranza parla delle loro linee:

Future sé, spero che si sta facendo meglio di quanto la mia auto corrente. Spero che - se avete ancora il cancro - ha rifiutato finora, almeno, che non hai bisogno di ossigeno. In caso contrario, ricordatevi di usare questo spray mare, in modo da bagnare le narici rimangono :) E spero che hai parlato con altre persone che hanno anche il cancro. Ci sono nel mondo non solo noioso persone con il cancro. Ci sono grandi persone, ma forse sei semplicemente non soddisfatte. Potrai anche non piace quando non provare.

Si tratta di fare un incoraggiamento a se stessi, il mondo migliore, non avere paura di camminare apertamente attraverso il mondo e semplicemente godersi la vita. Si chiede inoltre come andrà la sua famiglia tre anni dopo. Si presenta se stessa domande come:

Oh, mamma, come stai? Essi stanno insegnando di nuovo? Lei è felice? Funziona altrettanto difficile, si è esaurito ogni giorno. Fa troppo. Io li amo. E non dimenticate di dirle che tutti i giorni.

Si preoccupa i suoi genitori e fratelli, ma si pone anche domande anche che in realtà vanno al cuore:

Che dire di quelle persone divertenti questi ragazzi? già stato baciato sto? In mezzo a tutti questi problemi di salute e problemi mentali Troverò un ragazzo che mi piace e che mi piace anche. Non posso farne a meno, è solo una di quelle cose stupide che voglio. Non hai qualcuno che ti piace e che ti piacciono anche?

Non possiamo immaginare che doveva essere quanto è grande il dolore da leggere linee di Esther, dove era già morta a noi. Ma ci sono anche le linee che la fiducia donare - perché dimostrano che la figlia vive ancora. Un'ulteriore prova della loro forza impressionante!

Il destino di Esther muove il mondo. E finalmente ispirato i suoi genitori di scrivere un libro su di lei bambino speciale. La lotta contro il cancro e il loro modo particolare di vita che hanno in 'questa stella non andrà Out' (in tedesco: Questa stella sarà mai perito; Esther Farsi significa 'stella') processi - un libro di disegni, appunti e storie di famiglia di Esther.

Chi vuole avere maggiori informazioni: La famiglia di Esther ha un fondamento di nome 'questa stella non uscirà' istituito per ricordare Ester ea sostenere i bambini con il cancro e le loro famiglie finanziariamente. Ci sono più foto, video e informazioni su Esther e gli altri bambini.

Volete saperne di più su di noi? Seguici su Facebook!