È sparito: il messaggio di questa madre adottiva ci spezza il cuore

14 febbraio 2020

La perdita ha spezzato il cuore - ma lei lo farebbe ancora e ancora.

Raccogliete i genitori i bambini per la cura deve essere incredibilmente forte. Essi agiscono completamente disinteressato e prendere il massimo da oggi a domani un bambino bisognoso che non ha nessun altro a cui badare. I genitori adottivi gli danno una casa calda e tutto l'amore e l'affetto di cui ha bisogno - se solo per un breve periodo di tempo.

Quando si parla di queste persone potenti, non dobbiamo dimenticare anche quanto sia difficile per loro per lanciare ancora una volta i loro figli adottivi. Ogni volta che c'è un così come straziante esperienza altrettanto felice,.

L'esperto e Amber Davis, quando era una bambina di sei mesi registrati per la prima volta per la cura. In un post di Facebook sul 'Love ciò che conta' descrive quanto sia difficile Davis ha trovato per rendere di nuovo la bambina e spiegare a suo figlio perché non potevano rimanere.

Abbiamo perso la battaglia. E "perso" con voglio dire che non ho avuto quello che volevo. Il mio sogno perfetto ha una lacuna ed è andato.

Ho fatto in modo che puzzavano di lavanda, mentre usciva. Ho riempito la sua tazza preferita di alimentazione a metà con acqua e metà con succo di mela per il viaggio verso la loro nuova casa, un po 'di conforto e la distrazione. Le ho detto che l'amavo, e premuto apposta così forte che ha girato fuori delle mie braccia. Ama essere abbracciata, ma lei odia quando lo si preme troppo duro. Mi chiedo quanto tempo ci vorrà la sua nuova famiglia probabilmente trovare su di esso.

Mi domando se la sua nuova famiglia imparerà che è la 'principessa sul pisello' come gran parte perché hanno davvero bisogno di un morbido cuscino per dormire bene la notte. In caso contrario, è scomodo e si sveglia nella notte ancora e ancora. Mi chiedo se troveranno che vorrebbero un "controllo del pollice" è prima di andare a letto. Fa la sua risatina.

Lei usa il linguaggio dei segni per comunicare. Se si chiede loro, mostra il gesto per "favore" e fatemi sapere quando è pieno. Non avevo ancora venuto a insegnare il suo "grazie", ma che dovrebbe venire dopo.

So che lei si rallegrerà incredibile quando la sua nuova famiglia non costringe ad indossare una fascia per capelli, come ho fatto negli ultimi 6 mesi. Lei odia. Ho sempre trovato un'occhiataccia quando le ho detto per avviarlo. Giocherellona.

"Ma noi siamo i loro fratelli".

Mio figlio Giosia mi ha chiesto ieri sera il motivo per cui ho impacchettato le sue cose. Ho subito rispose dal profondo del mio cuore: "Non lo so." Ma poi ho capito che ero responsabile di insegnare qualcosa di mio adolescente, curioso quattro anni di età, che io stesso non riesco a capire questo: Perché non possono rimanere? Mentre io li spiegato balbuzie che, con la sua vita aveva sorelle, ho visto la confusione sul suo volto. "Ma noi siamo i loro fratelli".

Il mio cervello era alla disperata ricerca di una risposta, ma ho trovato nessuno. Invece, ho cambiato il soggetto. "La buona notizia è che Avonlea entra presto nel mondo e poi si deve un'altra sorella con la quale si può giocare! E sarai il grande fratello e vivrà con noi per sempre."

Potrei dire dalla sua espressione che i miei tentativi poco convinti di spiegazione non aveva senso per lui. Semplicemente non ha senso. Egli è e - onestamente - lo penso anch'io.

Il mio cuore spezzato mi ha travolto oggi. Le lacrime non si fermano scorre. La prima perdita è più doloroso di quanto io potrei mai potuto immaginare, e non vorrei anche il mio peggior nemico. Così, la prossima volta che lo vedo accendere numero noto sul mio cellulare e lei chiede se siamo pronti ad aprire i nostri cuori e prendere un altro bambino che ha bisogno di noi e per la quale noi dobbiamo rinunciare a tutto per una durata indeterminata - so quello che la mia risposta è.

Assolutamente. Facciamolo. Per 6 mesi o per sempre. Siamo nel processo.

Nonostante la perdita profonda ambra è pronto a imbarcarsi di nuovo su un bambino adottivo. Sia che si diventa più facile con il tempo? Nessuno può dire con certezza. Ma il fatto è che siamo contenti che ci sia una forte e altruista persone come l'ambra, che si preoccupano per i bambini che non hanno nessun altro.