10 cose che so prima di mio figlio

28 febbraio 2020

Fino a quando mi ricordo, la mamma ha sempre saputo come mi sento. Mi ci sono voluti solo visualizzare e sapeva che se qualcosa mi dà fastidio. Oggi ho figli me stesso e so quello che sapeva.

Così pazzo per me in quel momento sembrava la più comprensibile è per me da quando ho figli propri. Come madre, ci si sente quando il bambino è triste. Come tanta fatica anche dare ai giovani, siamo in grado di percepire la paura, la rabbia e malumore in un modo molto speciale. E questa è una buona cosa. Infatti, come le nostre madri potrebbero rallegrare noi allora e comfort, possiamo anche oggi.

Sentiamo le cose molto prima di altri. A quanto pare madri ci si connette un legame spirituale sorta con i nostri figli. Noi vediamo e sentiamo quando stanno facendo male.

Noi riconosciamo la differenza tra "Sto bene" e un falso "Sto bene"

Così facile non lasciamo un paio di parole ingannano. Noi vediamo e sentiamo la differenza.

Sappiamo quando hanno una brutta giornata

Lo stress si può vedere madri dal viso. La prole può creare la più grande e più luminoso sorriso, vediamo cosa c'è dietro.

Sappiamo che quando dovremmo lasciarla sola

Per quanto vogliamo sapere di più, e di tutte le cose, noi abbiamo un'idea di quando è ora, solo una volta a sinistra per il proprio figlio. Poiché se quel primo frustrazione è andato solo una volta, che i bambini vengano da sola. Perché sanno che abbiamo sempre un orecchio aperto.

Ci sentiamo quando qualcuno li ha il cuore spezzato

Così volentieri e con gioia, lo guardiamo, quando i bambini si innamorano per la prima volta, più siamo lì quando sarà il cuore spezzato per la prima volta. Le parole sono spesso inutili. Riteniamo che a loro quando hanno perso qualcosa di importante nella loro vita.

Noi sappiamo quando loro sono distesi

Lo sentiamo nelle loro voci e vedere nei suoi movimenti. I piccoli stanno cambiando proprio come ci hanno anflunkern. A volte li lasciamo nella convinzione che la vendita di nuovo le loro le loro storie. Hanno finalmente fatto le nostre madri.

Sappiamo che quando vogliono chiederci qualcosa

Le ciglia, i dolci occhi da cucciolo e poi si arriva, "Ehi, mamma, quello che volevo chiederti.".

Sappiamo quando hanno fatto qualcosa

Normalmente, i bambini possono disegnare gli eventi del giorno dal naso. Poi se saranno raccontare e raccontarsi e raccontare una venuta e poi attendere in realtà già sulla cattiva notizia, brutto voto o una finestra rotta.

Sappiamo che quando nascondere qualcosa da noi

Forse non sappiamo di cosa si tratta. Ma sappiamo che c'è qualcosa che non ci dicono. La festa segreta o la prima sigaretta, forse la lettera dalla scuola che arriva prima nei prossimi giorni.

Sappiamo che, quando non sono in ascolto

Vale a dire quando si torcono i loro occhi, lo sguardo annoiato nella zona o semplicemente far finta di non sapere che abbiamo ragione.

Sappiamo quando sono costruite vicino all'acqua

E proprio in quel momento li portiamo solo nel braccio e poi prendere il loro dolore chiuso su.